Milanino sotto le stelle 2011

Cominciamo così: io non ci volevo andare.

Milanino sotto le stelle (foto Roberto Mandelli)

Giovedì sera partita di calcio a 7, sciocco farla poco prima di una gara ma sono gnucco e quindi insisto. Durante la partita salto e atterro malamente su un piede, risultato: botta al tallone e dolore notevole. Incazzatura a parte proseguo la partita, poi schizzo a casa e via di ghiaccio.

Il venerdì lo passo zoppicando e rimuginando (e mettendo ghiaccio). Il sabato mattina decido di non correre ma esco con un paio di vecchie A3 a fare 4 passi… il tallone va meglio. Sabato pomeriggio decido: si fotta il tallone, io a Cusano vado e ci provo, al limite mi ritiro.

E così alle 19 sono a ritirare il pettorale, alle 1930 accenno il minimo sindacale in termini di riscaldamento. Sono dubbioso, il tallone fa male quando provo a correre veloce.

Milanino sotto le stelle

Vado alla partenza, applauso di rito, BUM! partiti! E il tallone? Boh, e chi lo sente più?! Inizio a correre con un buon passo, non mi sembra vero, tanto che forse (al solito) mi sparo i primi Km leggermente troppo veloci. Li pago dal settimo in avanti, dove perdo una ventina di secondi che mi impediranno di provare ad avvicinare il PB…

Taglio il traguado felice come una pasqua: 45’21” !! Non è PB ma è molto molto vicino ed ho corso con un fastidio costante.

Milanino sotto le stelle

Milanino sotto le stelle 2010 22-05-2010, Pace

Milanino sotto le stelle 2010 22-05-2010, Pace

Sono arrivato all’ultima gara del primo semestre del Corrimilano con pochi Km percorsi sia ad Aprile che a Maggio. Nonostante l’ottima prestazione della Corrilambro sapevo di non poter tenere i 4’40″/Km eppure ci ho provato, eccome.

Sono partito tranquillo ed anche un filo imbottigliato (certo che cambiare la partenza potrebbe essere sensato eh…) per poi cercare e trovare un buon ritmo. I Km sono passati bene ma già al 5° ho sentito che stavo per finire la benzina “buona”.

Per evitare di scoppiare completamente ho “impostato un ritmo calante” (questa non è male eh … 😉 ) ed ho portato a casa l’obbiettivo minimo: chiudere sotto i 50′.

Il crono finale è 49’09”. Non mi soddisfa ma la serata è andata così bisogna sapersi accontentare.

Con le gare ci si rivede a settembre (impegni permettendo) con il Giro da Paura.

Corse dal 25 al 31 Maggio

Settimana di scarico in vista della gara, scaricata fin troppo per colpa di un mal di stomaco che mi ha messo ko per due giorni. Il risultato finale comunque non è stato per nulla male, forse senza i due giorni ko potevo avvicinare i 46′ … forse!

Lunedì: calcetto
Mercoledì: allenamento saltato
Sabato: 10km @ 4’46″/Km – Milanino sotto le stelle

TOTALE: 10 Km @ 4’46” /Km

Approfitto del riepilogo e pubblico le foto della gara di sabato, sempre gentilmente offerte da Podisti.net e dal mitico Roberto Mandelli

Milanino sotto le stelle: PB!

Passo e BPM

Passo e BPM

Obbiettivo centrato. Questo già dice tutto.

Ero poco fiducioso, la settimana è stata di stop totale per colpa di un mal di stomaco che mi ha impedito di fare una uscita in settimana. Incontrando qualche Road prima della partenza ho detto che volevo puntare ai 45′ ma che non li avrei fatti di sicuro. L’obbiettivo ragionevole era stare introno al 47′, magari 46′ alto.

Arrivo a Cusano Milanino abbastanza presto, chiacchiero, mi scaldo, guardo le gare dei piccoli e poi vado sul traguardo. Seguo il consiglio e cerco di stare nelle prime file, poco dopo la partenza c’è una strettoia… Bum! Si parte… SPARATI!

Faccio il primo Km a 4’13″/Km, davvero troppo e forse lo pagherò a metà gara, ma almeno mi tolgo dal casino del gruppone. Piano piano rallento e mi riporto su un ritmo più corretto.

Il 6Km segna una piccola crisi che durerà due Km, poi torno a correre meglio anche se con fatica. Ormai so che il 46′ non è raggiungibile, provo però a stare su un 47′ basso, allungo il passo, stringo i denti … finish! 47’31” !!!

E’ personal best, non di molto visto che alla DJ10 avevo fatto 48′ ma è sufficiente a farmi sorridere per tutto il viaggio che mi porta da Cusano Milanino fino a Domodossola, dove mi riposerò per i prossimi giorni!

Alè!

Lungo, caldo?

Domande, domande…  volevo un “lungo”, ho fatto 9Km con fatica. Lento quello si, il passo medio è stato 5’37″/Km

Credo che sia giunto il momento di abbandonare le sessioni in pausa pranzo, i 26° di oggi erano davvero proibitivi.

Sapevo che sarebbe stata dura e mi ero preparato con canotta e con bottiglietta di acqua al seguito, francamente speravo di reggere meglio. Ho tenuto un passo “decente” solo per 4Km poi ho inesorabilmente rallentato. Ad un certo punto, arrivato all’ombra del ponte della tangenziale (a circa 1Km dalla fine del giro) ho pensato di fermarmi, ho rallentato … poi mi sono detto “sei una m…, finisci correndo!” e ho ricominciato a fare andare le gambe…

Ora voglio provare a spostare l’allenamento alla sera per vedere se è solo colpa del caldo o se sono in una fase no… In fondo la “Milanino sotto le stelle” non è così lontana… a proposito, qualcuno c’è?