Dicembre e 2008: gioco, partita, incontro!

Anzitutto buon anno a tutti pur se con qualche giorno di ritardo.

Chiudo l’anno in ritardo visto che me la sono spassata in montagna senza dedicare un solo giorno alla corsa (avevo bisogno di una sosta e me la sono presa!). In compenso mi sono goduto le bimbe sulla neve (abbondante) caduta in Valsassina, bobbando e scivolando come pazzi. Sono anche riuscito a ritagliarmi un pomeridiano sullo snowboard (…erano anni!!!!)

Tornando alla corsa: Dicembre è stato avaro di Km complice il clima e il fisico (troppo raffreddore e troppa tosse per correre con costanza) quindi non faccio il solito resoconto.
Chiudo però con un riassunto del 2008 corsaiolo: ho percorso correndo un totale di 846Km (più qualche spiccio non monitorato da GPS e/o iPod) ed ho partecipato a ben 9 gare: quattro mezze (PB 1h57’59”), quattro 10km (PB 47’50”) e una più corta (la Corrilambro).
Le gare a cui mi sono divertito di più? Beh direi la Stramilano, perchè la prima non si scorda mai!, la Mezza di Monza, per il tracciato, la DJTen, perchè non me l’aspettavo, e la “10Km con un litro”, a Masera, un po’ off-the-beaten-tracks ma davvero divertente, un po’ per il percorso un po’ per il diluvio…
Le gare che invece non mi hanno dato gran che sono state la “Maratona del Naviglio”, perchè non c’ero con la gambe e perchè il percorso è un filo monotono, e la In Gir A la Cava, perchè con tutta la campagna che c’è in giro a Zelo, sono riusciti a fare un circuito nella zona industriale!

Il proposito per il 2009 è di abbassare tutti i miei personali cercando di correre con più costanza durante l’anno e con più cervello durante le gare. L’idea è quella di partecipare a tutte (o quasi…) le gare del circuito CorriMilano. E poi chi lo sà, se mi gira potrei pure provare la MCM ’09 …

Se avrete voglia e tempo di continuare a seguire questo blog, sarete i benvenuti.
Buone corse a tutti!

Attimi di "panico" …

Durante l’AlpinCup il mio fido Forerunner 305 ha avuto un “piccolo” cedimento… stavo correndo come detto con fatica e ogni tanto buttavo l’occhio ai BPM per capire se il ritmo era troppo alto oppure no. Ebbene, i primi km mi segnalavano un BPM normale (per me) intorno ai 160-165.
Intorno al 3° Km controllo e cosa vedo? 150BPM… ottimo penso, ho preso il ritmo. Ricontrollo … 90BPM… ussignur… insomma, un lento declino fino ad un assestamento su 40BPM.
Ora, detto che non stavo collassando ma solo faticando, ho “intuito” che il cardio stava dando qualche problema, anche perchè dopo qualche minuto il Forerunner non ha più “visto” il cardio.

Cardio Crash

Cardio Crash

Fin qui la storia in gara. Una volta a casa ho identificato il problema nella categoria “pile scariche” quindi ho acquistato la batteria giusta e ieri sera ho l’ho sostituita. Facile.
Riaccendo il Forerunner con il cardio al petto e … niente, cardio invisibile. Qui parte il “panico”. Mi vedo già a spedire il tutto in USA o UK (visto che l’ho preso in USA). Mi aggancio a internet alla ricerca di una soluzione ma non trovo nulla. Opto per una mail al supporto Garmin e poi spengo tutto e vado a nanna in stato di agitazione….
Stamattina colpo di genio: vuoi vedere che serve applicare il metodo “Windows”? Provo. Tolgo la pila dal cardio (spengo Windows) lascio tutto lì fermo e spento mentre preparo la colazione. Poi, non senza un filo di agitazione rimetto la batteria, mi metto il cardio, accendo il Forerunner e…. 78BPM! Funziona! Ed è anche evidente lo stato di agitazione con cui ho affrontato la prova (78BPM!!!).

Insomma, tutto finisce bene ma che paura!!! 😉