AlpinCup 2008

Ci siamo, è il giorno dell’AlpinCup. Sveglia alle 7.15, colazione, vestizione, partenza per S.S.Giovanni. Ho sonno, negli ultimi giorni ho dormito maluccio. Complessivamente non mi sento proprio in palla.

Riscaldamento un pò così, chiacchierando con Katia e Gianlu (che non vedevo da anni, ma non così tanti Gianlu!!!). Non sento il via … quindi la partenza è una sorpresa (e mi perdo anche tutte le comunicazioni “terroristiche” dello speaker sulla questione Fidal o non Fidal… che palle sta cosa…).

Insomma la gara ha inizio, la affronto come da copione cercando i 5’30” /Km per la prima metà, con l’idea di accelerare nella seconda. Il ritmo c’è, ma sento che le gambe non girano facili come a Monza. Chiudiamo i primi 10Km in 55’41”. Sarebbe il momento di cambiare ritmo ma… non c’è verso. Decido di affrontare i prossimi 5Km a ritmo costante (sono i 5Km che includono i 4 ponti…), e la cosa è saggia.

Negli ultimi 5Km provo a spingere di più… no way, mi sento stanco, in alcuni punti sento anche una vocina lontana che dice “fermati, fermati” … la ignoro e provo ancora ad aumentare… no way.

Alla fine mi accontento di un ultimo Km “lanciato” a 4’30” e chiudo, incredibile, con quasi lo stesso tempo della Mezza di Monza (forse 2″ meno al crono ufficiale): 1h 57’59”.

E’ andata così, l’ultima mezza dell’anno ha confermato il mio tempo precedente. C’è tutto il 2009 per migliorarsi!!!

Come al solito dopo l’interruzione la mappa.


Mappa

2 Responses to “AlpinCup 2008”


  • Monza era una mezza particolarmente dura e forse in quel periodo eri più in forma. Poco male tra poco arrivano le mezza invernali che sono un spasso. Io penso di farne almeno 5 o 6 a partire da febbraio!
    Hai i prossimi 3-4 mesi per prepararne una alla grande!
    Ciao!

  • Per quel poco che ho visto venerdì, il parco nord è denso di saliscendi. Non facile quindi come percorso per una mezza. E poi… non c’ero io a rendere vivo l’agonismo… 🙂

Comments are currently closed.